scuolavicentina

Archivi per il mese di “febbraio, 2016”

Umberto Eco, uomo di (troppa?) cultura

800px-Umberto_Eco_04A distanza di dieci giorni dalla scomparsa di Umberto Eco, proponiamo questo contributo pubblicato su L’Espresso di Giovanna Cosenza, che ci racconta com’era Eco nelle sue lezioni universitarie.  Umberto Eco

Annunci

Ungaretti, sui passi del mistero

M'illumino d'immensoSi concludono oggi i Colloqui fiorentini, dedicati al poeta Ungaretti. Uomo di grande fascino, in coincidenza del centenario della grande Guerra pare perlomeno azzeccata la riproposizione di versi, parole e vita di colui che ve ne partecipò con animo da soldato e da uomo.   Ungaretti

Storia in pillole di Giuseppe Ungaretti

La scuola di Telemaco secondo Recalcati

Pubblichiamo questa breve intervista di Pierluigi Vito a Massimo Recalcati, che tra Edipo e Narciso ci sottolinea il valore della scuola di Telemaco, dove la vita può cambiare perché la vita è fatta di incontri, e la scuola è luogo di incontri …

Digitale a scuola, tra rischi e opportunità

scuola-2.0Il tema del digitale nel mondo della scuola è sempre più all’ordine del giorno, tra docenti pro e contro che si rimpallano risorse e pericoli che la tecnologia oggi ci offre. Il Sole24ore ha pubblicato in questi giorni una serie di contributi interessanti, per vagliarne rischi e opportunità.

Digitale a scuola, le opportunità       Apprendimento digitale       Il digitale a scuola

Per una scuola di qualità

n-BERLINGUER-large570Sull’edizione dell’Unità di oggi Luigi Berlinguer, politico e accademico italiano, già ministro della pubblica istruzione dal 1996 al 2000 ritorna sul tema buona scuola, con un invito accorato a mettere in pratica una vera qualità nella scuola. Scuola, buona la prima Berlinguer

Un incontro che riscrive la storia

Papa Francesco e Patriarca KirillPapa Bergoglio ieri ha incontrato all’Avana il primate ortodosso russo: un evento atteso dallo scisma del 1054. “Camminiamo insieme, siamo fratelli”, ha detto il Papa. E’ una svolta storica, la cui importanza sarà misurata dalla storia e dal tempo: noi siamo chiamati a ripensare le nostre categorie culturali e a rimettere l’ecumenismo al centro della nostra attenzione educativa e didattica.  Incontro tra Papa Francesco e Patriarca Kirill       Dichiarazione congiuntaFirma congiunta

La matematica non sarà mai il mio mestiere …

… cantava cosi Antonello Venditti tanti anni fa, e pare davvero che per molti giovani le cose non siano poi cosi cambiate, almeno dmatematicaa come emerge dai dati Ocse-Pisa pubblicati ieri e commentati da alcuni quotidiani nazionali di oggi (anche se i dati si riferiscono al 2012).

Analfabeta dei numeri       I ragazzi che non sanno usare la matematica quotidiana        Divertirsi con i numeri      Uno studente su quattro

Giorno del ricordo: le parole di Mattarella

giorno-del-ricordoGiornata del ricordo, 10 febbraio: le foibe. Si è molto polemizzato su questa pagina di storia che, a distanza di tanti anni, lascia ancora strascichi di sofferenza e fatica. Proponiamo due articoli che recuperano le parole del Presidente Mattarella, capace con la sua saggezza di esortarci “a ricordare per liberare la speranza.”  Ricordare non significa odiare        Mattarella, 10 febbraio giorno del ricordo

Stasera in TV: segnalazione …

Vittorio-BacheletSiamo lieti di segnalarvi che questa sera, martedì 9 febbraio alle ore 21.30 su RAI STORIA (replicata sullo stesso canale mercoledì 10 alle ore 9.30 e domenica 14 alle ore 17, e su Rai Uno il 15 alle ore 2.40) sarà trasmessa la puntata di Italiani dedicata a Vittorio Bachelet, a cura di Antonia Pillosio. Insigne costituzionalista, impegnato nell’associazionismo, Bachelet è stato l’uomo buono che con il suo stile di rispetto e passione per la polis ha fatto scuola di cittadinanza in chi l’ha conosciuto da amico, ma anche da avversario. Storia da conoscere e far conoscere.

Alla ricerca dei don Milani di oggi

eraldo_affinati._foto_di_vincenzo_cottinelli

don-milani-lettera-a-una-profsoressa-barbiana-classe-kYMF-U431505359016259sC-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443«Devo tutto quello che so ai giovani operai e contadini cui ho fatto scuola. Io ho insegnato loro soltanto a esprimersi, mentre loro mi hanno insegnato a vivere». Così don Lorenzo Milani scriveva in Esperienze pastorali nel 1958, volume iniziato nei primi anni del sacerdozio, in cui aveva raccolto la riflessione sulla sua esperienza pastorale. «Era l’uomo del futuro soprattutto perché aveva sognato una scuola che oggi stentiamo ancora a realizzare, ma cui non possiamo rinunciare. È la scuola del maestro che si mette in gioco e guarda negli occhi il suo scolaro. Uno a uno». Eraldo Affinati ha viaggiato sulle strade di don Lorenzo Milani e in quattro continenti, alla ricerca dei suoi eredi: dall’articolo di Elisabetta Rosaspina del Corriere eccone la voce e il frutto di questo cammino. Tutti i don Milani del mondo

Navigazione articolo