scuolavicentina

Archivio per la categoria “Riflessioni”

Un pedagogista che amava i bambini fino a dare la vita

Oggi è il 27 gennaio, giornata dedicata alla commemorazione della Shoah. Sono molte le cerimonie e le celebrazioni, e anche noi non possiamo sottrarci al ricordo di quanto successo; però intendiamo offrire una storia bella, di una persona che ha dato la sua vita per quei bambini per i quali spendeva la sua vita. Stiamo parlando di Janusz Korczak, qui ricordato in uno scritto di un suo allievo, Aleksander Lewin. Buona lettura. janusz korczak

Annunci

Incontri interessanti!!!

Ci permettiamo di proporre questo ciclo di incontri, che trattano tematiche educative utili e interessanti per tutti coloro che operano nel mondo scuola. A proporle è la Rete delle Scuole Cattoliche di Vicenza; la partecipazione è libera e aperta a tutti! incontri rete scuole 2019 (1)

Periodo di scelte…aiutiamo a scegliere bene!

In questi giorni (e fino al 30 gennaio) le famiglie dei bambini e ragazzi frequentanti l’ultimo anno della scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di I° formalizzano la scelta per la scuola del prossimo anno scolastico. Ovviamente una attenzione speciale va rivolta alla possibilità di avvalersi dell’ora di religione: e a sentire questi studenti del Liceo Fogazzaro, ne vale proprio la pena!!!

Occasioni di formazione per genitori e studenti

Nelle scuole il servizio di rappresentante di classe, sia per la componente genitori che per la componente studenti è molto importante, anche se fragile. Nonostante il valore attribuitogli dagli anni ’70, con l’introduzione dei Decreti Delegati, non si può nascondere le difficoltà e le problematiche che si registrano continuamente, stante la complessità della burocrazia scolastica, la fiducia non sempre piena e reciproca tra le varie componenti del mondo scuola, le aspettative talvolta diverse e palesemente confuse dei genitori nei confronti della scuola. Per questo val la pena, per chi svolge generosamente questo compito, approfittare di occasioni di formazione e confronto. Vi segnaliamo questa proposta, avallata dall’Ufficio Scolastico Regionale, per rappresentanti di classe genitori e studenti, che iniziano a breve. scuola genitori

Ora di Religione, in ascolto dei giovani

Anche quest’anno la Presidenza della Conferenza episcopale italiana offre un messaggio alle famiglie e ai ragazzi, in occasione delle iscrizioni scolastiche e nella fattispecie per la scelta se avvalersi dell’Insegnamento della religione cattolica. Come sottolineano i Vescovi, l’Irc intende essere proprio un’occasione di ascolto delle domande più profonde e autentiche degli alunni, da quelle più ingenuamente radicali dei piccoli a quelle talora più impertinenti degli adolescenti.” https://www.avvenire.it/attualita/pagine/ora-di-religione-in-ascolto-dei-giovani

Tutto un anno scolastico … da A alla Z

Come oramai da consuetudine, la rivista TUTTOSCUOLA ha pubblicato nei giorni scorsi una sorta di “riassunto” dell’anno scolastico 2018, suddiviso per punti e rigorosamente in ordine alfabetico. Interessante, come sempre! Tuttoscuola – dalla A alla Z tutto il 2018 del mondo scuola

La storia dell’Albero di Natale, e altro ancora…

Puntuale Alessandro D’Avenia offre agli adolescenti alcune pennellate “natalizie”, che ci interpellano nel nostro porci come educatori. “La felicità non è diventare immortali, ma rinascere”. In una società dove il culto dell’immortalità pare essere un dio da adorare, anche una storia come quella dell’abete natalizio ci riporta alla sobrietà e al valore del dono della vita. Buona lettura.  https://www.corriere.it/alessandro-davenia-letti-da-rifare/18_dicembre_24/albero-di-natale-alessandro-d-avenia-99cf273c-06f1-11e9-a5c2-c52caa9670b5.shtml?refresh_ce-cp. Con l’occasione, un po’ in ritardo, auguriamo a tutti buone festività!!!

Un “dono” presente

E niente: pensavamo di interrompere la pubblicazione degli scritti dell’amico Alessandro D’Avenia, che ultimamente avevamo ripreso forse eccessivamente, ma come si fa a non rilanciare uno scritto simile, quando si leggono parole come “Fare un presente» diventa quindi regalare una presenza nuova, che a volte è semplicemente il farsi vivi con qualcuno che trascuriamo o ignoriamo da tempo o riannodare una relazione rovinata. Il dono è una presenza che ribadisce: «è bello che tu ci sia, comunque sia andata, eccomi qui a dirtelo». Per questo, ancora una volta, eccovi un contributo di D’Avenia, pubblicato lunedì scorso sulla rubrica “Letti da rifare” sul Corriere della Sera. Merita, davvero, e ci interpella profondamente nel nostro servizio educativo e didattico.   https://www.corriere.it/alessandro-davenia-letti-da-rifare/18_dicembre_10/regali-doni-o-presenti-alessandro-d-avenia-letti-da-rifare-c954a902-fbeb-11e8-b5c8-9e33310709fc.shtml

Quando la scuola serve, davvero

Molto bello oggi “Il caffè” di Massimo Gramellini, pubblicato sul Corriere della sera. Ci riguarda come mondo scuola, ci riguarda come esseri umani. Parole da conoscere e condividere.  https://www.corriere.it/caffe-gramellini/18_dicembre_12/caffe-massimo-gramellini-pensione-oro-scuola-giambellino-milano-81d0a09e-fd8b-11e8-84b7-ff9bf5ee4344.shtml

Una lezione di bellezza e luce … in palestra!

Ci sono “lezioni” che a volte cambiano la vita delle persone. In quest’articolo Mauro Berruto, noto allenatore di pallavolo di serie A, oggi impegnato nel Tiro con l’arco, racconta per Avvenire un aneddoto di qualche anno fa, che però è proprio una lezione di vita, di scuola, di amore. E dice semplicemente una grande verità: quanto può essere liberante lo sport, la bellezza, la luce. Da leggere. https://www.avvenire.it/rubriche/pagine/la-miglior-lezionedalla-peggior-squadra

Navigazione articolo