scuolavicentina

Archivio per la categoria “Senza categoria”

Buona scuola a tutti …

Inizia tra pochi … minuti il nuovo anno scolastico, ovviamente con promesse “elettorali” non mantenute e tanti sogni da parte di tutti … auguri agli studenti, ai docenti, ai genitori, al personale ATA, ai Dirigenti, alle famiglie. Che sia un anno dove la parola educazione trova spazio nei nostri colloqui, nel nostro programmare, nel nostro operare quotidiano. Buona scuola 2019-2020!

Festival delle STORIE INVENTATE

Gli allievi dell’Istituto Comprensivo Statale “GOFFREDO PARISE” di Arzignano e Montorso Vic.no, guidati dal team di “Educatori in scrittura creativa” e dai loro docenti di Italiano, hanno realizzato nel corso di questi ultimi anni importanti progetti di scrittura creativa collettiva, culminati ora con la pubblicazione di tre albi illustrati con la casa editrice ELI-La Spiga, in un’apposita collana dal titolo Il mondo che vorrei.
Si tratta di libri che parlano di temi importanti: inclusione, ambiente e dipendenza da smartphone, social e app.
Per presentare al meglio tali lavori viene organizzato il 1° FESTIVAL DELLE STORIE INVENTATE, in programma dal 29 maggio al 4 giugno 2019, ad Arzignano (VI).
Sette giorni densi di eventi e momenti d’incontro: spettacoli teatrali con performance musicali, danza e cortometraggi, seminari, narrazione, laboratori, momenti dedicati al gusto e altro ancora. Il Festival si rivolge ai bambini, ma anche ai grandi, per portarli in un mondo magico, in un mondo in cui tutto può accadere, in uno spazio e un tempo indefiniti ma che trovano corrispondenza nel vissuto di ciascuno.
Si possono inoltre trovare altre utili informazioni nel sito internet creato ad hoc: www.storieinventate.it

Brochure-locandina_FESTIVAL_DELLE_STORIE_INVENTATE

Contratto scuola 2019-2021

I sindacati e i tecnici del Miur sono al lavoro, in questi giorni, per realizzare un atto di indirizzo che sia condiviso per arrivare in tempi brevi alla firma del CCNL scuola 2019-2021. L’auspicio è che il lavoro sia positivo e fruttifero …

Contratto scuola 2019-2021, si sta lavorando per atto di indirizzo

Il miglior insegnante del mondo

Una settimana fa è stato assegnato il Global Teacher Prize, quello che si potrebbe definire come “il premio Nobel” per l’insegnamento. Tra i cinquanta finalisti, convenuti a Dubai (compreso l’italiano Giuseppe Paschetto, docente di matematica e scienze in provincia di Biella) ha vinto il frate francescano Peter Tabichi, docente in Kenia. Padre Peter Tabichi

Una cena a cui NON si può non esserci …

Con gioia e soddisfazione postiamo la locandina della CENA SOLIDALE, esperienza che giunge alla seconda edizione e che vede la collaborazione tra il Msac e l’Ufficio scuola diocesano. Si tratta di una vera e propria cena, “povera” solo nelle intenzioni ma ricca di relazioni, felicità, divertimento, gioia, condivisione: si mangia bene (ci aiutano gli amici del “Progetto Jonathan”) e il piccolo contributo richiesto, 10€, va tutto in beneficenza: in particolare una parte di esso andrà a sostenere delle scuole nello Zambia. Venerdì 12 aprile, ore 20.00, nei locali della Parrocchia di Ospedaletto: non c’è motivo per non esserci. Vi aspettiamo!!!

Mondiario 2019!

Puntuale come ogni anno ritorna il MONDIARIO, lo speciale Diario proposto dai Comboniani per accompagnare le attività didattiche dei nostri bambini e ragazzi. Il tema del prossimo anno, 2019/2020, è decisamente affascinante: “In viaggio insieme” dove viaggiare non vuol dire solo scoprire nuove terre, ma anche lasciarsi coinvolgere dal “viaggio della vita” tra pensieri, ricordi, sogni e voglia di futuro. Acquistando il Mondiario (9€ il costo) si fa anche del bene ad altri, oltre che a se stessi: in particolare si sostiene una scuola a Chikowa, in Zambia, cosi da dare davvero concretezza al tema. Per info, prenotazioni e acquisti del Mondiario si può fare riferimento al docente di religione DARIO PRAVATO, che da anni si mette a disposizione per far conoscere questo bellissimo strumento (già molto apprezzato da chi in passato l’ha utilizzato). Per contattare Dario i suoi riferimenti sono: 3402274410 – dariopravato@hotmail.com  

Parole virtuose per una comunicazione non ostile

Segnaliamo con piacere l’iniziativa portata avanti dal Comune di Marano Vicentino, “IL PAESE CHE EDUCA“. Il progetto infatti mira a riscoprire “parole virtuose per una comunicazione non ostile”. Si tratta di una rassegna nata dal Patto educativo territoriale di Marano, un progetto di sensibilizzazione ed educazione contro l’ostilità delle parole, online e offline. Come ricordato dagli organizzatori, “le parole sono importanti, hanno un potere enorme. Troppo spesso sono utilizzate in modo improprio, offensivo, sleale, impreciso, maleducato, diseducativo. In una parola, duro (senza cuore). E spesso inconsapevole delle conseguenze.” Il tutto si concretizza con un ciclo di incontri tra febbraio e maggio 2019 al fine di ridurre, arginare, denunciare, combattere le pratiche e i linguaggi negativi. Il primo incontro sarà giovedì 14 febbraio (20.30, Auditorium comunale) con la presentazione del libro “Il falso e il vero”  di Gabriela Jacomella. Dialogherà con l’autrice la giornalista Chiara Spadaro (Altreconomia).

Poiché la scuola è un luogo “abitato” dalla parola, crediamo sia utile usarla bene, e occasioni come queste possono aiutarci a riscoprirne valore e significato per una umanità davvero rispettosa della dignità di ogni persona.

Proseguono gli appuntamenti per i genitori

Segnaliamo volentieri questo incontro, con destinatari i genitori e in particolare coloro che hanno assunto l’impegno della rappresentanza. Sono occasioni semplici, ma preziose, di formazione, che aiutano a servire nel modo più corretto e adeguato il bene dei nostri studenti, e delle nostre stesse comunità. Promuoviamo l’incontro per chi può esserne interessato. 

Bambini portati via da scuola … può essere un bene?

Cari amici che ci seguite, questa volta ci scusiamo con voi, perché invece di rilanciare post o articoli sul mondo scuola non possiamo rimanere indifferenti alle scene che abbiamo subito nei giorni scorsi. Bambini strappati alle loro classi, nel corso dell’anno scolastico, classi dove erano integrati (magari con fatica), imparavano la lingua (lentamente), si integravano con i loro coetanei anche solo attraverso il gioco (questo più facilmente). Quanto successo nei giorni scorsi al CARA di Castelnuovo di Porto non può lasciarci indifferenti. Possiamo “partiticamente” pensarla diversamente, ma “politicamente” dobbiamo chiederci se davvero è un fare bene quel che è stato fatto. Amen. http://va.newsrepublic.net/a/6649648298074309126?c=fb&app_id=1239&gid=6649648298074309126&impr_id=6649781095528532230&language=it&region=it&user_id=6548458857281699849&fbclid=IwAR1F3zA6JygROfoAlRy0q8JwZmmMtPGoG5sex7Z4nqpmU1Rt3n0AB11jOdE

La manu-tenzione dell’amore, quello vero…

Anche oggi l’amico e collega Alessandro d’Avenia ci regala una perla di saggezza e speranza, aiutandoci a riflettere sul valore della manu-tenzione dell’amore. Bellissimi alcuni passaggi: “Ognuno può ricevere amore solo nella lingua in cui riesce a comprenderlo: la porta delle persone si apre solo con la chiave adatta alla loro storia, non esiste il passepartout. E la persona, nella sua unicità, emerge e si consolida solo quando si sente dare del tu dall’amore.” https://www.corriere.it/alessandro-davenia-letti-da-rifare/19_gennaio_14/alessandro-d-avenia-letti-da-rifare-manutenzione-dell-amore-78d38d1e-173d-11e9-8fe6-311b5649d579.shtml

Navigazione articolo