scuolavicentina

Archivio per il tag “Scuola”

Pubblicate le linee guida per la ripresa della scuola a settembre

Sul sito del Miur sono state pubblicate le Linee guida per la ripresa della scuola a settembre, unitamente ad una lettera accompagnatori del ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina

Linee guida e lettera ministro

Una scuola generativa

“Una scuola «ha senso solo se la intendiamo come costituzionalmente sempre incinta. Deve generare di continuo.” Parole davvero cariche di passione e buon senso quelle del Dirigente dell’ICS Alda Merini di Milano, prof. Angelo Lucio Rossi, da leggere e condividere. Postiamo da Vita.it di venerdì scorso una sua bella intervista.

Vita.it intervista Angelo Lucio Rossi

 

Una nuova costituente per la scuola

Marco Rossi Doria, già sottosegretario all’Istruzione ai tempi dei governi Monti e Letta propone in questo contributo sul quotidiano Avvenire (di venerdì 22 maggio) una riflessione molto interessante sullo stato dell’arte del mondo scuola in questo tempo, “auspicando che il prossimo sia un anno  costituente per la scuola”. Da leggere.

Articolo Avvenire Marco Rossi Doria

La didattica con lo sguardo impossibile “da remoto”

Sull’edizione di lunedì del Corriere della Sera è comparso un interessante e provocatorio contributo di Walter Lapini, Professore ordinario di Letteratura greca all’Università di Genova. Le sue osservazioni meritano una attenta riflessione.

Articolo Lapini La didattica con lo sguardo impossibile da remoto

Infodemia

Dalle pagine del Corriere della Sera, il collega Alessandro D’Avenia ci regala un pezzo da leggere e meditare, sull’infodemia del nostro tempo.  “Non è la quantità ma la profondità a far comprendere la realtà” Parole sagge.

PDF con articolo sull’Infodemia

Link alla pagina del Corriere della Sera D’Avenia

 

E per fortuna che “abbiamo il sostegno” …

Rilanciamo la lettera di una mamma, Lucia Adriani, pubblicata sul Giornale di Vicenza nell’edizione di ieri. Le sue parole, pesanti come macigni, squarciano il velo su una condizione drammatica che interessa molte famiglie e tanti ragazzi, con le più varie forme di disabilità. Non possiamo, mai, abbandonare nessuno a sé stesso, nel mondo scuola: pena il venir meno della nostra stessa funzione educativa, sociale, didattica, comunitaria. Parole su cui riflettere.

Lettera GdVI Lucia Adriani

Chi viene lasciato indietro …

Giulio, 12 anni, e sua madre Gloria, a Scansano (Grosseto), il 15 aprile 2020. Per partecipare alle lezioni online devono salire su una collina dove hanno una connessione internet migliore. (Jennifer Lorenzini, Reuters/Contrasto)

Dalle pagine di “Internazionale” il giornalista e scrittore Christian Raimo lancia un appello e insieme un allarme urgente ci sono studenti, tanti, che rischiano a causa del Covid-19 di rimanere indietro. “Il rischio è che tanti interrompano il loro percorso scolastico o che lo seguano con grande irregolarità.” Un rischio che, in effetti, è più concreto di quanto si possa immaginare.

Generazione Covid-19 Articolo Internazionale

 

Scuole paritarie: ultima campanella? Riflessione di Ivan Matteis

Sull’edizione di giovedì dell’Avvenire Ivan Maffeis, sottosegretario della CEI, è intervenuto con un breve editoriale molto chiaro e “urlato”, per denunciare la situazione di grande precarietà e disagio in cui sono occorse le scuole paritarie, come conseguenza della pandemia. Come scrive, “non si tratta di chiedere privilegi, ma che venga riconosciuto il servizio svolto“. Editoriale Ivan Maffeis

Articolo Avvenire

Auguri di buon triduo e annuncio Pasquale di risurrezione!

Buon Triduo e Pasqua di risurrezione a tutti, dall’Ufficio diocesano per l’educazione e la scuola di Vicenza.

Dal direttore don Marco Benazzato e dal vice direttore Dino Caliaro, giunga a tutti l’augurio di un fine settimana all’insegna di un sepolcro aperto e irradiante amore. Per chi non l’avesse letto qualche settimana fa, vi facciamo dono di uno scritto di Alessandro D’Avenia, come sempre strepitoso con la sua penna.

Scuole chiuse D’Avenia

“La mia classe è un’impresa”

Si chiama Carlo Mazzone, 53 anni, docente di informatica all’Istituto Tecnico Lucarelli di Benevento, in Campania. E’l’unico insegnante italiano che compare nella lista dei finalisti del Global Teacher Prize, un premio che ogni anno la Fondzione Varkey – che ha sede a Londra – assegna esaminando migliaia di docenti di tutte le nazionalità. Il Nobel dei professori, inaugurato nel 2014, è davvero prestigioso anche perché al vincitore spetta un premio di un milione di dollari che deve essere destinato a progetti scolastici. In questo articolo del Corriere una sua intervista.

Articolo Corriere della Sera su Carlo Mazzone candidato Global Teacher Prize

Navigazione articolo